Giosuè Carducci

VII Circolo Didattico Livorno


PTOF

Vai al sotto menu

Il Piano Triennale dell'Offerta formativa (PTOF)
"L'apprendimento più importante di tutti è imparare ad imparare..."


Il Piano è il documento fondamentale nel quale la scuola esprime la sua identità culturale attraverso la progettazione educativa (dimensione etico - valoriale) curricolare, extracurricolare (curricolo esplicito) e organizzativa (curricolo implicito definita nell'ambito degli spazi di autonomia funzionali riconosciuti a livello costituzionale.
La legge 107/2015 (Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione), in vigore dal 16 luglio 2015, all'art. 14 riformula, sostituendolo, l'art. 3 del DPR n.275/1999 riguardante il Piano dell'Offerta Formativa. Tra le novità principali introdotte rispetto testo previgente, ricordiamo:
- la durata temporale triennale in cui si sviluppa la progettazione di scuola;
- l'approvazione del Piano Triennale dell'Offerta Formativa da parte del Consiglio di Istituto.

carta d'identità della scuola

RAV (Rapporto di autovalutazione) e PTOF possono essere consultati su:
http://cercalatuascuola.istruzione.it/cercalatuascuola/istituti/LIEE00300B/carducci-giosue/

ATTO DI INDIRIZZO DELLA DIRIGENTE SCOLASTICA

L'atto di indirizzo della Dirigente Scolastica è uno strumento di coordinamento essenziale per garantire unitarietà e convergenza delle azioni verso il comune traguardo di garanzia del successo formativo degli alunni e delle alunne, in questo contesto esso costituisce un atto pedagogico, oltreché amministrativo, che connette e orienta processi e azioni a più mani:
- dagli esiti dell'autovalutazione (RAV) e della valutazione esterna (prova nazionale), alla pianificazione triennale di un'offerta formativa sensibile rispetto alle priorità ed alle piste di miglioramento individuate;
- dagli esiti della valutazione interna (comportamento, apprendimenti, competenze), alle pratiche didattiche d'aula e agli ambienti di apprendimento da promuovere in linea con quanto suggerito dalle Indicazioni e dalle Linee guida nazionali.





Torna ai contenuti | Torna al menu