Giosuè Carducci

VII Circolo Didattico Livorno


Spazio Ascolto

Sei nella sezione: Tutto famiglie

Vai al sotto menu

Uno spazio per l'ascolto. Uno strumento a supporto delle famiglie e della genitorialità


Il Circolo Didattico Carducci, da sempre attento ai bisogni dell'utenza e attivamente presente affinché la scuola sia un luogo di serena accoglienza, tanto per le bambine e i bambini quanto per i loro genitori, propone uno "Spazio per l'Ascolto" a cui le famiglie possano rivolgersi per dubbi e/o difficoltà genitoriali di vario genere.

Uno Spazio per l'ascolto

Francesca Cecchi e Annalisa Rossetti Bartoli, Mediatrici Familiari e Gestalt Counsellor, si propongono come referenti di questo spazio, non necessariamente legato all'accoglienza di difficoltà prettamente scolastiche, ma aperto a possibili disagi vissuti nell'ambito familiare in cui sono inseriti alunne e alunni del Circolo.
Lo Spazio di Ascolto si configura come strumento a supporto delle famiglie e della genitorialità.
L'obiettivo è quello di accompagnare tutti gli adulti di riferimento nello sforzo di comprendere le bambine e i bambini, evidenziando il rapporto dei primi con il mondo relazionale e affettivo dei secondi, aiutando gli adulti a confrontarsi con gli altri, con se stessi e a riconoscere, anche nei momenti di crisi, capacità personali e risorse disponibili per far fronte alle difficoltà.
Questo lavoro di presa di consapevolezza può portare a un diverso modo di rivedere i problemi, come premessa necessaria nel cercare possibili vie per risolverli. In accordo dunque con le modalità saranno attivati interventi per rendere gli utenti in grado di riscoprire risorse utili alla gestione di sé.

Finalità
Offrire alla famiglia:
a.un tempo per essere ascoltata;
b.uno spazio riservato, di supporto alla genitorialità, di riflessione e approfondimento rispetto alla relazione con i propri figli;
c.un'opportunità per un incoraggiamento ad affrontare le difficoltà quotidiane;
d.l'occasione per un confronto sulle scelte educative.

Allo Spazio-Ascolto si accede tramite appuntamento da concordare:
- per cellulare 334 324 4130 ins. Annalisa Rossetti Bartoli
- per cellulare 324 553 0967 ins. Francesca Cecchi

Due righe su Mediazione Familiare e Counselling
Mediazione Familiare:
La mediazione familiare è un intervento professionale rivolto alle coppie e finalizzato a riorganizzare le relazioni familiari in presenza di una volontà di separazione e/o di divorzio. Obiettivo centrale della mediazione familiare è il raggiungimento della cogenitorialità (o bigenitorialità) ovvero la salvaguardia della responsabilità genitoriale individuale nei confronti dei figli, in special modo se minori.
Counselling: Il termine counseling (o anche counselling secondo l'inglese britannico) indica un'attività professionale che tende a orientare, sostenere e sviluppare le potenzialità del cliente, promuovendone atteggiamenti attivi, propositivi e stimolando le capacità di scelta. Si occupa di problemi non specifici (prendere decisioni, miglioramento delle relazioni interpersonali) e contestualmente circoscritti (famiglia, scuola, lavoro).



Torna ai contenuti | Torna al menu